Stemma Regione Veneto  Regione Veneto

Comune di Valbrenta
Sito istituzionale

Seguici su

Dichiarazione di Residenza e cambio di abitazione

Cos’è
Il cittadino italiano, comunitario o non comunitario che proviene da un altro comune d’Italia, o dall’estero, e intende trasferire la propria residenza presso il comune di Valbrenta, o che cambia abitazione all'interno del territorio comunale, deve farne dichiarazione entro venti giorni dalla data in cui ha stabilito la nuova dimora abituale.
Qualora il trasferimento di residenza si riferisca ad un solo genitore con figli minori, alla dichiarazione di residenza è opportuno allegare dichiarazione dell’altro  genitore o, in alternativa, fornire tutti i riferimenti necessari per consentire all'Ufficio stesso di comunicare all'altro genitore l'avvio del procedimento anagrafico riguardante il/i figlio/i minore/i.

Modalità di richiesta
  • Richiedere un appuntamento al numero 0424 99905 int. 2;
  • Per via telematica trasmettendo il modulo compilato, sottoscritto ed acquisito mediante scanner all'indirizzo di mail ordinaria info@comune.valbrenta.vi.it
  • trasmettendo il modulo compilato, sottoscritto con firma digitale, all'indirizzo di posta elettronica certificata: comune.valbrenta@legalmail.it
Modalità di erogazione
L’iscrizione anagrafica avviene entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta.
Entro 45 giorni dalla richiesta l'ufficio Anagrafe procede alle verifiche per accertare la sussistenza della dimora abituale. Se la dimora abituale è confermata la richiesta di residenza si intende accolta. In caso contrario, l’ufficio anagrafe procede alla cancellazione della residenza con ripristino della situazione anagrafica antecedente

Avvertenze per la corretta presentazione della dichiarazione

Dati da Dichiarare:

Nella dichiarazione di residenza devono essere riportati:
- i dati anagrafici di tutti i componenti il nucleo familiare;
- i dati della patente (numero, categoria, data ed ente di rilascio) e le targhe dei mezzi (auto, motocicli, rimorchi e ciclomotori) intestati a tutte le persone che si sono trasferite;
- il titolo che consente di disporre dell'alloggio: chi richiede la residenza deve dimostrare di occupare legittimamente l'immobile, pertanto l'interessato deve fornire in modo dettagliato tutte le informazioni necessarie per le conseguenti verifiche, ed esibire idonea documentazione (es. atto di proprietà, contratto di locazione,  contratto di comodato d'uso, usufrutto (atti registrati presso agenzia delle entrate, se richiesti), verbale di assegnazione di alloggio Erp,o nel caso di ospitalità, la dichiarazione di assenso all'occupazione sottoscritta dal proprietario dell'immobile. A tal proposito si rammenta che, ai sensi del Decreto Legge 28 marzo 2014, n. 47 convertito con modificazioni nella legge 23 maggio 2014, n. 80 "Chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e che gli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge. Pertanto, le persone interessate a chiedere la residenza devono essere consapevoli che l'occupazione abusiva dell'immobile nel quale si chiede la residenza rende irricevibile la richiesta della stessa).
 
Inoltre, per agevolare i successivi necessari controlli, fare attenzione ad indicare l’indirizzo completo con la numerazione relativa alla “Scala”, “Piano”, “Interno” (soprattutto nei casi di condomini o di più abitazioni che hanno un unico accesso dalla pubblica via).
 
Nell'ipotesi di dubbi sulla corretta indicazione del numero civico, in particolar modo l'esatta numerazione dell'interno, prima di inviare richiesta di iscrizione/cambio residenza contattare preventivamente l'ufficio preposto ai contatti indicati.
 
La dichiarazione deve essere compilata nelle parti obbligatorie, firmata dal richiedente e da tutti i componenti maggiorenni della famiglia che trasferiscono la residenza e deve essere allegata la fotocopia del documento di identità nonchè il C.F. di tutti i componenti che trasferiscono la residenza.
 
Per i cittadini non comunitari deve essere allegato anche il permesso di soggiorno ed il passaporto/documento estero equipollente (all. A sezione modulistica).
 
Per i cittadini comunitari provenienti dall'estero l'iscrizione anagrafica è subordinata all'esibizione del contratto di lavoro o, in alternativa, del possesso di idonee risorse economiche per il proprio sostentamento, nonchè polizza assicurativa sanitaria della durata di almeno 1 anno equivalente dell'importo annuo della pensione sociale ( All. B sezione modulistica).

Documentazione da allegare alla dichiarazione
- Carta d'identità
- Codice fiscale
- Patente di guida
- Carta di circolazione di auto/moto
- Contratto di locazione con registrazione Agenzia entrate o Atto di proprietà dell'abitazione
La mancanza delle firme, dei documenti richiesti, la non compilazione dei campi obbligatori, e per i cittadini non comunitari, la mancanza del permesso di soggiorno, rendono la domanda irricevibile. Rende irricevibile la dichiarazione anche allegare copie dei documenti illeggibili.

Costi e modalità di pagamento
Non sono previsti costi

Modulistica
Ulteriori informazioni